domenica 13 agosto 2017

Let's Look At the Cover | Turtles all the way down, John Green

Salve gente!
Finalmente da me è arrivato un po' di fresco e mettersi a scrivere al computer è una vera meraviglia! Nel frattempo mi sono anche accorta di avere moolti più libri da leggere del previsto prima dell'arrivo di Settembre 😓  (Le Cosmicomiche di Calvino, Diario del Seduttore di Kiergegaard, La Luna e i Falò di Pavese.) Vi parlerò di tutte queste mie letture in un recap che presumibilmente farò a metà del prossimo mese perchè non credo di riuscire a finire tutto in tempo eheh..
Detto questo passiamo ora all'argomento di oggi: John Green. Mentre mi intrattenevo su Instagram ho infatti scoperto che pochi giorni fa è stata svelata la copertina del suo ultimo libro che uscirà nelle librerie americane tra qualche mese e dal momento che questa è una delle mie rubriche preferite ho abbandonato tutte le bozze dei vari post in preparazione per un bel Let's Look At The Cover! 💖



 Turtles All The Way Down 
John Green
17,00 euro 
Rizzoli, 11 Ottobre 2017

Tutto comincia con un miliardario fuggitivo e la promessa di una ricompensa in denaro. Turtles all the way down è amicizia che dura una vita, familiarità di una riunione inaspettata,  fanfiction di Star Wars e tuatara. Ma nel suo cuore è Aza Holmes, una giovane donna che naviga l'esistenza di ogni giorno all'interno della spirale della restrizione dei suoi pensieri.


Questo nuovo romanzo di John Green parla di una ragazza di sedici anni, Aza, alle prese con la sparizione di un miliardario misterioso. La protagonista è affetta da un disturbo mentale che condivide con l'autore del romanzo: il disturbo ossessivo-compulsivo. Per questo motivo Green dice di averci lavorato a lungo e lo sente molto vicino proprio perché riguarda un suo aspetto personale che lo accompagna sin da quando era bambino.

"This is my first attempt to write directly about the kind of mental illness that has affected my life since childhood, so while the story is fictional, it is also quite personal.”

 Turtles all the way down uscirà negli Stati Uniti il 10 Ottobre, mentre verrà pubblicato in Italia il giorno successivo dalla casa editrice Rizzoli.
La copertina è stata svelata tre giorni fa durante la messa in onda di Good Morning America.
Per quella italiana dobbiamo ancora attendere, ma per quanto riguarda la cover americana posso dire che sono un pò delusa, mi aspettavo qualcosa di più carino..

Voi cosa ne pensate? Contenti di poter leggere un nuovo romanzo di John Green?
- Mangialibri

martedì 8 agosto 2017

Acciaio, di Silvia Avallone



Acciaio (Rizzoli, 2010)
Silvia Avallone
18,00 euro
Nei casermoni di via Stalingrado a Piombino avere quattordici anni è difficile. E se tuo padre è un buono a nulla o si spezza la schiena nelle acciaierie che danno pane e disperazione a mezza città, il massimo che puoi desiderare è una serata al pattinodromo, o avere un fratello che comandi il branco, o trovare il tuo nome scritto su una panchina. Lo sanno bene Anna e Francesca, amiche inseparabili che tra quelle case popolari si sono trovate e scelte. Quando il corpo adolescente inizia a cambiare, a esplodere sotto i vestiti, in un posto così non hai alternative: o ti nascondi e resti tagliata fuori, oppure sbatti in faccia agli altri la tua bellezza, la usi con violenza e speri che ti aiuti a essere qualcuno. Loro ci provano, convinte che per sopravvivere basti lottare, ma la vita è feroce e non si piega, scorre immobile senza vie d'uscita. Poi un giorno arriva l'amore, però arriva male, le poche certezze vanno in frantumi e anche l'amicizia invincibile tra Anna e Francesca si incrina, sanguina, comincia a far male. Silvia Avallone racconta un'Italia in cerca d'identità e di voce, apre uno squarcio su un'inedita periferia operaia nel tempo in cui, si dice, la classe operaia non esiste più.

 Le due giovani protagoniste di questa storia hanno tredici anni- quasi quattordici- e tra un tuffo in acqua mentre si tengono per mano, uno sgardo malizioso ai ragazzi più grandi e uno sfoggio della loro bellezza sul bagnasciuga, crescono nella Piombino delle Acciaierie dei primi anni Duemila. In un quartiere popolare abitato da famiglie di operai, spacciatori e delinquenti l'unico modo per emergere è usare la loro bellezza come arma per prendersi ciò che vogliono.
Anna e Francesca sono amiche da sempre, legate dal profondo desiderio di scappare il più lontano possibile da quel mostro che inghiotte la città e dalle loro rispettive famiglie: un padre possessivo e violento insieme ad una madre succube ed impotente per Francesca, una mamma forte ed orgogliosa ma allo stesso tempo colpevole di amare un marito buonannulla e disonesto per Anna.
Le due aspettano quindi con ansia la possibilità di prendere il motorino e di poter entrare da sole nelle cabine con i ragazzi e nel frattempo giocano a fare le adulte: tutti le vogliono.

"Perchè in certi ambienti, per una ragazza, conta solo essere bella. E se sei una sfigata, non fai vita. Se i ragazzi non scrivono sui piloni del cortile il tuo nome e non ti infilano bigliettini sotto la porta, non sei nessuno. A tredici anni vuoi già morire."

Anna e Francesca sono quindi molto affiatate ma non potrebbero desiderare futuro più diverso. Infatti mentre Anna vuole studiare e diventare una persona importante (decide infatti di prendere il liceo classico per studiare di più rispetto a molte sue coetanee nella sua stessa situazione), Francesca vorrebbe vincere Miss Italia e togliersi finalmente dai piedi i suoi genitori, colpevoli del carattere autodistruttivo e rabbioso della ragazza. Francesca è gelosissima di Anna, non vuole separarsi da lei e ogni volta che l'amica decide di fare un qualsiasi passo che potrebbe allontanarle anche solo minimamente si infuria e non lo accetta.
Francesca è bellissima, gelosa, possessiva, si fa trascinare da Anna nei loro giochi maliziosi ma non vuole nessuno. Anna è frizzante, piena di vita, a volte meschina e crudele verso i meno fortunati (così come lo è anche Francesca), sogna un futuro meraviglioso e non ha paura di prenderselo. Per tutte queste sue caratteristiche attrae molto i ragazzi e in particolare uno: la gelosia di Francesca e i vari problemi  con le rispettive famiglie faranno allontanare le due ragazze e metteranno a repentaglio la loro lunga e forte amicizia.
 Ruolo importante nella storia lo gioca Alessio, fratello di Anna, che a causa delle mancanze del padre è costretto alle volte ad assumere il suo ruolo nei confronti della sorellina. 

"Tu sei convinto che devi avere di più, di più, ogni giorno che passa. Che questa è la logica delle cose. Invece capita che hai di meno, di meno, ogni giorno che passa."

Sinceramente sono rimasta abbastanza delusa da Acciaio, anche se nel complesso non è da buttar via.
Se infatti la storia è di quelle crude e forti come piacciono a me e i personaggi sono tutti ben caratterizzati e (a mio avviso) non troppo stereotipati- salvo alcune eccezioni- ci sono alcuni elementi di questo libro che mi hanno fatto rimanere con l'amaro in bocca.
Innanzi tutto lo stile usato dall'autrice: c'erano parti della narrazione in cui mi perdevo completamente e non riuscivo più a capire chi fosse il soggetto di un determinato ragionamento o in quale luogo si trovasse. A volte troppo austero, a volte poco simile al vero.. insomma, non  mi ha convinto molto e più di una volta ho pensato di abbandonare il libro per questo motivo.
Passiamo poi al finale che non sto qui a raccontarvi perchè non voglio spoilerare nulla. Dico solo che secondo me è stato usato un evento catastrofico per chiudere una storia che in realtà così non si è conclusa ma ha aperto soltanto più interrogativi su come siano proseguite le vicende. Ci sono inoltre alcuni temi trattati che non sono stati portati a conclusione, storie lasciate in sospeso..
Sul web ho trovato tantissimi pareri contrastanti riguardo Acciaio, ma personalmente non mi sento di bocciare completamente questo libro perchè alla fine la storia mi aveva abbastanza presa e i personaggi, pur non essendomi particolarmente simpatici, non erano poi così male, però sento che la questione non è chiusa ed è un peccato.

"La realtà esige. La realtà vince comunque, qualsiasi cosa fai o pensi."



mercoledì 2 agosto 2017

TBR | Estate 2017

Buongiorno gente!
Come ve la passate? Nella mia città fa un caldo infernale perciò di uscire non se ne parla proprio. Per concludere il quadretto in casa non c'è un'anima e un muro terrebbe più compagnia della mia gattina che dorme sempre.. -_-"
Oggi ho quindi pensato di presentarvi la mia TBR per questo ultimo mese d'estate del 2017: tantissimi anche troppi classici da leggere in vista del rientro a scuola (ma non solo) e qualche romanzo che non vedevo l'ora di avere tra le mani da un secolo. Sicuramente non riuscirò a terminarli tutti perchè ovviamente nei mesi precedenti mi sono dedicata ad altri tipi di romanzi, trascinandomi dietro i "doveri" fino all'ultimo secondo (tanto per cambià).




Come già vi avevo anticipato ci sono un bel pò di classiciMastro Don Gesualdo, se devo essere sincera,non mi attira molto, mentre invece sono molto curiosa di leggere Il fu Mattia Pascal e La Coscienza di Zeno e anche se molti mi dicono che sono davvero davvero pesanti non mi tiro indietro  😥 #ThougLife.
Altri classici- questa volta non italiani- nella mia lista di libri da leggere per questo mese sono The Great Gatsby [eng] e Fiesta di Hemingway. Il secondo è attualmente in lettura e mi sta piancendo abbastanza, anche se non quanto Il Vecchio E Il Mare che è in assoluto una delle mie storie preferite. Per quanto riguarda The Great Gatsby devo dire che mi incuriosisce parecchio, anche se della storia non so quasi nulla.. avevo provato a vedere il film poco tempo fa ma non sono mai riuscita a finirlo! (A dirla tutta ho un pò paura della difficoltà della lettura in inglese.. speriameno bene!)
E ora veniamo a noi. La scorsa settimana sono andata a Firenze con il mio ragazzo per festeggiare l'anniversario e mi sono ritrovata davanti Libraccio. Non sto neanche a farvi il resoconto perchè sono- come sempre- molto prevedibile: sono stata dentro due ore e sono uscita fuori con ben tre libri, tutti scontatissimi (ve ne parlerò nel prossimi Book Haul e vi giuro che non vedo l'ora!!). Tra questi libri c'era Mortdecai, edito dalla Piemme: il faccione di Johnny Depp in copertina non poteva non attirarmi, perciò dopo aver letto la trama ho dovuto necessariamente portarmelo via. La storia mi attira tantissimo, dovrebbe avere la giusta dose di comicità che piace a me e per questo non potevo non metterlo subito in TBR.
Tredici mi è stato invece regalato da una delle mie migliori amiche: ho terminato qualche mese fa la serie Tv (che mi è piaciuta tantissimo e anche di questa v parlerò più avanti) ma andando a controllare su internet sono venuta a conoscenza del fatto che la serie Tv e il libro hanno moolte differenze, perciò non vedo l'ora di percorrere nuovamente la storia di Hannah Baker!
 
Sono consapevole del fatto che non riuscirò mai a completare la mia TBR, perciò tutti i libri  che non leggerò questo mese verranno rimandati a quella di Settembre..
Quali sono i vostri programmi per le letture di Agosto? Anche voi alle prese con qualche Mission Impossible?
- Mangialibri
 






domenica 30 luglio 2017

Finally Back!

E' passato più di un anno da quando ho pubblicato il mio ultimo post e pensarci mi fa venire il magone perchè questo blog è una delle più grandi soddisfazioni della mia vita e aver rinunciato ad esso per tutto questo tempo è stata per me una vera e propria sconfitta. Diversamente dalle altre volte però la mia scelta di mettere da parte Bum Bam Book non è stata casuale ma dettata da alcuni fattori che mi hanno tenuta lontana dalla blogosfera e a cui ho deciso di star dietro maggiormente: se avessi continuato a scrivere il blog sarebbe diventato un accozzaglia di cose che sinceramente me lo avrebbero fatto vedere non più come un qualcosa di MIO. Il mio errore principale con questo mio spazietto è stato quello di cominciare a vedere il tutto come un "lavoro" (passatemi il termine) non facendo più attenzione a ciò che piaceva a me ma stressandomi nel tentativo di fare ciò che andava fatto, senza chiedermi se davvero era quello che volevo.
Detto questo, I'M BACK. E questa volta voglio che le cose siano fatte per bene. 
Risultati immagini per i'm back gif


Obbiettivi per i prossimi mesi:
 
  • Finalmente sono riuscita ad uscire dal mio blocco del lettore durato quasi un anno sia lodata Jane Austen e sono molto speranzosa a riguardo, perchè vorrei riuscire a continuare a leggere degnamente anche durante l'inverno (anche se so che potrebbero esserci degli stop causa ultimo anno di liceo e sto cominciando a piangere già da ora)
  • Mi piacerebbe aggiustare la grafica del blog perchè per un nuovo inizio ci vuole anche un nuovo look (non so se mi spiego gente) ma non ho idee, zero, nada de nada.. perciò se avete qualche idea per modificare la grafica di Bum Bam Book fatemelo sapere, ne sarò felicissima!


  • Per il momento pubblicherò senza seguire una scaletta ben precisa, ma andando avanti credo che usciranno un paio di post a settimana, in modo da non ricadere nel solito circolo vizioso in cui finisco quasi inevitabilmente, comunque vi terrò aggiornati guys ;)
  • Da questo momento e non so per quanto altro tempo ancora NON POSSO ACCETTARE EVENTUALI RICHIESTE DI RECENSIONE O DI SEGNALAZIONE, quando sarò nuovamente disponibile troverete un banner nella sezione About Me 😘
Infine vorrei scusarmi con tutti coloro che in questi mesi mi hanno scritto alla mail del blog, ma purtroppo nel corso di questo ultimo anno non sono quasi mai entrata, mea culpa.. mi farò perdonare!

Per il momento è tutto, nei prossimi giorni credo che pubblicherò un post riguardante tutte le poche letture fatte in questi mesi e tutte le altre troppe che vorrei portare a termine in un futuro abbastanza prossimo, anche se data la mia nuova andatura da lumacone non credo di riuscire a farlo in tempi brevi eheh..

Come ve la siete passata voi nell'ultimo anno? E' sempre bello tornare tra gli amici!
-Mangialibri